▪ home

▪ azienda
▪ servizi
▪ prodotti
▪ approfondimenti
▪ interventi
▪ download

▪ news

▪ contatti
▪ indice del sito


I nuovi controtelai ad elevate prestazioni.

Come abbiamo illustrato nel precedente articolo, l'elemento debole di una moderna finestra installata è proprio la sua installazione. O meglio, il sistema, il concetto stesso, di installazione. Sistema nato negli anni settanta e che non è più adeguato a garantire le prestazioni degli infissi più evoluti.

Il normale controtelaio è composto da una semplice tavola in legno, quasi sempre in abete, che viene fissata alla muratura con delle zanche in metallo. Durante la muratura il legno viene anche a contatto con l'umidità della muratura, che ne accentua eventuali deformazioni. Il risultato dopo qualche mese è un'asse di legno appoggiata solo in qualche punto alla muratura, ma per il resto del suo sviulluppo, staccata.

La fessura che viene a crearsi è estremamente pericolosa, e le infilitrazioni di aria fredda e di vapore che normalmente vengono addebitate alle finestre, spesso sono generate proprio da questa fessura.

 

I nuovi sistemi di controtelai ad alte prestazioni, sono concepiti con l'utilizzo di materiali diversi e con la totale eliminazione di ogni profilo od elemento metallico. Ad eccezione delle zanche di muratura.

Il metallo infatti, qualunque esso sia, è il peggiore nemico dell'isolamento termico.

 

In questo esempio di controtelaio (questo è solo un esempio, con i nuovi sistemi vi sono molteplici possibilità esecutive, spesso molto più complesse, personalizzabili per ogni situazione) la parte in legno multistrato è abbinata ad un profilo esterno in PVC, che crea il riferimento per l'esecuzione della muratura, il quale viene totalmente inglobato nella muratura attraverso una particolare rete che sarà integrata nell'intonaco di finitura.

Nella parte interna, una speciale banda freno vapore impedisce al vapore di entrare nel giunto di installazione. Anche la banda di installazione è dotata di una particolare rete adesiva, per fare in modo che anche la parte interna del controtelaio venga integrata nell'intonaco della muratura.

 

In questo caso la rete intonaco esterna viene integrata nell'isolamento a cappotto della muratura, rendendo di fatto il controtelaio una parte stessa della muratura e dell'isolamento dell'abitazione.

Con questo sistema si eliminano alla radice le problematiche legate alla installazione delle finestre.

 


© 1998-2014

I Farinelli srl
02679990230

-> clic per tornare all'elenco news